Contenuto principale

Comune di Castel d'Ario - Piazza Garibaldi, 54 - p.iva 00413950205
tel. 0376/660140 - fax. 0376/661036 –
email. comune.casteldario@pec.regione.lombardia.it
codice unico ufficio: UFMCQ2
CONTO BANCARIO: Banca Monte dei Paschi di Siena Agenzia di Castel d’Ario
IBAN : IT 56 V01030 57540 000012000093
UFFICIO SEGRETERIA 0376/660140
UFFICIO TECNICO 0376/661622
UFFICIO RAGIONERIA 0376/661215
UFFICIO POLIZIA LOCALE E COMMERCIO 0376/660101
UFFICIO ANAGRAFE 0376/661173

IMU

ANNO 2016

Con la delibera del Consiglio Comunale n. 15 del 28/04/2016 sono state approvate le aliquote per l'anno 2016 (invariate rispetto al 2015)

- aliquota di base: 0,99% (zerovirgolanovantanovepercento) equivalente a 9,9 per mille;
- aliquota per l'abitazione principale classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 nonché per le relative pertinenze: 0,4% (zerovirgolaquattropercento) equivalente a 4,0 per mille;
- aliquota per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D 0,99% (zerovirgolanovantanovepercento) equivalente a 9,9 per mille;

INDICAZIONE DEI VALORI PER LE AREE FABBRICABILI

Indicazione del valore per l'anno 2016

 

ANNO 2015

Con la delibera del Commissario Prefettizio con i poteri del Consiglio Comunale n. 12 del 08/04/2015 sono state approvate le aliquote per l'anno 2015 (invariate rispetto al 2014)

- aliquota di base: 0,99% (zerovirgolanovantanovepercento) equivalente a 9,9 per mille;
- aliquota per l'abitazione principale classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 nonché per le relative pertinenze: 0,4% (zerovirgolaquattropercento) equivalente a 4,0 per mille;
- aliquota per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D 0,99% (zerovirgolanovantanovepercento) equivalente a 9,9 per mille;

INDICAZIONE DEI VALORI PER LE AREE FABBRICABILI

Indicazione del valore per l'anno 2015

QUANDO SI PAGA

Il versamento della prima rata è fissato al 16 giugno 2015, il versamento della seconda rata è fissato al 16 dicembre 2015. Il pagamento in unica soluzione è fissato al 16 giugno 2015.

Calcolo dell'IMU - programma personalizzato

Calcolo IMU - pragramma NON personalizzato

Calcolo IMU - pragramma NON personalizzato

Si ricorda di VERIFICARE SEMPRE l'aliquota eventualmente proposta dal software utilizzato per il calcolo automatico dell'imposta, inserendo, in caso di discordanza, quella deliberata dal comune.

ANNO 2014

Con la delibera del Commissario Prefettizio con i poteri del Consiglio Comunale n. 18 del 18/06/2014 sono state approvate le aliquote per l'anno 2014

- aliquota di base: 0,99% (zerovirgolanovantanovepercento) equivalente a 9,9 per mille;
- aliquota per l'abitazione principale classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 nonché per le relative pertinenze: 0,4% (zerovirgolaquattropercento) equivalente a 4,0 per mille;
- aliquota per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D 0,99% (zerovirgolanovantanovepercento) equivalente a 9,9 per mille;

INDICAZIONE DEI VALORI PER LE AREE FABBRICABILI

Indicazione del valore per l'anno 2014

PRIMA RATA - ANNO 2014

In applicazione di quanto disposto dall'articolo 13, comma 13-bis del decreto legge n. 201/2011, il versamento della prima rata è eseguito sulla base dell'aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell'anno precedente, di seguito riportate:

- aliquota di base: 0,99% (zerovirgolanovantanovepercento) equivalente a 9,9 per mille;
- aliquota per l'abitazione principale e per le relative pertinenze: 0,5% (zerovirgolacinquepercento) equivalente a 5,0 per mille;
- aliquota per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, diversi da quelli di cui alla punto precedente: 0,99% (zerovirgolanovantanovepercento) equivalente a 9,9 per mille;

RAVVEDIMENTO OPEROSO PER LA PRIMA RATA

Il 16 giugno è scaduto il termine per il pagamento della prima rata. E' possibile regolarizzare i versamenti non ancora eseguiti con il ravvedimento operoso, con il pagamento dell'imposta, degli interessi per i giorni di ritardo, calcolati al tasso legale, e la sanzione ridotta, da calcolare solo sull'imposta. come di seguito indicato:

- fino al 1° luglio 2014 la sanzione è dello 0,2% per ogni giorno di ritardo (se il versamento quindi è fatto il 7° giorno successivo a quello della scadenza, la sanzione è 0,2 x 7 = 1,4%);

- dal 2 al 16 luglio 2014 la sanzione è in misura fissa del 3% (solo sull'imposta);

- dal 17 luglio 2014 la sanzione è in misura fissa del 3,75% (solo sull'imposta).

 

ANNO 2013

MINI IMU

Risposte alle domande formulate per la corretta applicazione della cosiddetta Mini IMU
(collegamento al Ministero dell'Economia e delle Finanze)

Estratto dell'articolo 8 del Regolamento per l'applicazione dell'Imposta Municipale propria

Comma 2: Non devono essere eseguiti versamenti per importi inferiori ad euro 12,00 (dodici/00).

L'articolo 1 del decreto legge n. 133_del 30 novembre 2013 ha previsto il versamento della quota del 40% della differenza dell'IMU calcolata con le aliquote stabilite dal Comune per il 2013 e quelle di base, per le seguenti situazioni: abitazioni principali e relative pertinenze, terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti o IAP, iscritti nella previdenza agricola e fabbricati rurali (per l'esatta individuazione delle situazioni interessate vedere il testo facendo clic sul collegamento). Questa quota è comunemente conosciuta come "MINI IMU".

Il termine per il versamento previsto dal decreto legge n. 133 del 2013 (16 gennaio 2014) è stato differito al 24 gennaio 2014 con la legge di stabilità 2014.

Nella consapevolezza che la materia può subire modifiche anche di notevole importanza, si ritiene di fornire alcune indicazioni per orientare i contribuenti negli adempimenti e nelle decisioni.

Il contribuente deve calcolare l’imposta totale per il 2013 sulla base dell’aliquota e della detrazione fissate dai Comuni (e pubblicate sul loro sito entro il 9 dicembre 2013), quindi sottrarre l’imposta annuale calcolata applicando l'aliquota di base e la detrazione di base.
Di questo importo differenziale il contribuente deve versare il 40% utilizzando il modello F24 o il bollettino di conto corrente postale IMU. (Fonte: Ministero dell'Economia e delle Finanze).

Per l'abitazione principale, quindi, si deve prima calcolare l'imposta annua dovuta con l'aliquota dello 0,5% (5 per mille) poi l'imposta dovuta con l'aliquota dello 0,4% (4 per mille). Sulla differenza tra questi due importi si calcola poi il 40%, quota da pagare con i soliti modelli, già usati per l'IMU nel 2012 e 2013.

Bozza_F24_Semplificato.jpg

pdfAliquote per l'anno 2013 (aggiornate al 19 aprile 2013)

da utilizzare per il calcolo dell'imposta dovuta per l'intero anno, versando la seconda rata con eventuale conguaglio sulla prima rata versata

- aliquota di base: 0,99% (zerovirgolanovantanovepercento) equivalente a 9,9 per mille;
- aliquota per l'abitazione principale e per le relative pertinenze: 0,5% (zerovirgolacinquepercento) equivalente a 5,0 per mille;
- aliquota per i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all'articolo 9, comma 3-bis, del decreto-legge 30 dicembre 1993, n. 557, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 1994, n. 133: 0,2% (zerovirgoladuepercento) equivalente a 2,0 per mille;
- aliquota per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, diversi da quelli di cui alla punto precedente: 0,99% (zerovirgolanovantanovepercento) equivalente a 9,9 per mille;

Calcolo automatico dell'IMU e stampa F24 - www.riscotel.it

Calcolo automatico dell'IMU e stampa F24 - www.amministrazionicomunali.it

ALIQUOTE E REGOLAMENTI

Aliquote per l'anno 2012 - da usare solo per il versamento dell'acconto

Regolamento vigente

INDICAZIONE DEI VALORI PER LE AREE FABBRICABILI

Indicazione del valore per l'anno 2013
Novità e variazioni relative all'IMU per l'anno d'imposta 2013

 

Il decreto legge del 21 maggio 2013 n° 54 sancisce che per l'anno 2013 il versamento della prima rata dell'imposta è sospeso per le seguenti categorie di immobili:
a) Abitazione principale e relative pertinenze, esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
b) Unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, nonchè gli alloggi regolarmente assegnati dagli istituti autonomi per le case popolari (IACP);
c) Terreni agricoli e fabbricati rurali.
Per le restanti categorie di immobili la scadenza della rata d'acconto resta fissata al 17 giugno 2013.

Per l'anno d'imposta 2013 il tributo IMU (Imposta Municipale Unica) è stata variato dall'art.1, comma 380, della Legge n° 228 del 24/12/2012 (Legge di stabilità per l'anno 2013), stabilendo le seguenti novità sostanziali:
- per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale "D": spetta allo Stato la quota di gettito IMU pari all'aliquota standard dello 0,76%; spetta al Comune la quota eccedente lo 0,76%;
- per i fabbricati rurali strumentali classificati nel gruppo catastale "D": spetterebbe allo Stato l'intera quota di gettito IMU pari all'aliquota standard dello 0,2% (Risoluzione MinFinanze n° 5/DF/2013), ma manca ancora, a tale scopo, apposito codice tributo per la quota Stato su fabbricati rurali strumentali.

Per effettuare il calcolo dell'IMU dovuta è possibile utilizzare lo strumento CALCOLO IMU. Il versamento dell'acconto è eseguito entro il 17 giugno 2013 sulla base dell'aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell'anno precedente. Il saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno calcolata con le aliquote approvate per il 2013, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata, deve essere versato entro il 16 dicembre 2013. Con lo stesso strumento CALCOLO IMU è anche possibile effettuare la stampa del modello F24 necessario per il pagamento, già impostato con gli esatti codici tributo sia per la quota dovuta allo Stato, che per la quota spettante al Comune (è soltanto necessario completarlo con i dati anagrafici del contribuente ed il codice catastale C076 del Comune di Castel d'Ario, su ogni riga compilata con gli importi IMU).

F24 (collegamento all'Agenzia delle Entrate)
- Modello e instruzioni
- Software di compilazione

F24 semplificato (collegamento all'Agenzia delle Entrate)

Modalità di versamento dell'IMU da parte dei soggetti residenti all'estero - Comunicato del Ministero dell'Economia e delle Finanze

IL VERSAMENTO DELLA PRIMA RATA È ESEGUITO SULLA BASE DELL'ALIQUOTA E DELLE DETRAZIONI DEI DODICI MESI DELL'ANNO PRECEDENTE

IMU2012